LiberCensor

 

«Basta avere la pazienza di sfogliare qualcuna delle immagini secondo l’ordine cronologico per avere l’impressione netta di un film a rallentatore come quando, per gioco, si tracciano le scene di un disegno sui bordi delle pagine del quaderno per poi farle scorrere velocemente. [...] Il corpo d’Aiace intraprende un processo di retrocessione, di introiezione dell’atto che col passar del tempo diverrà tanto estremo da trasformarlo da figura maniacale, presa dall’azione, in personaggio contemplativo, immobile nel suo mondo interiore. Prima Aiace diviene colui che si sporge sulla spada, poi è colto nel momento in cui la posiziona a terra. [...] Aiace non è più colui che agisce, ma colui che prepara un’azione ancora tutta da compiere.»

Iconografie di Aiace Telamonio:VI secolo a. C.,IV secolo a. C.,I secolo a. C..

 

Da Marco Mazzeo (2012) Melanconia e rivoluzione. Antropologia di una passione perduta. Ariccia (RM): Editori Internazionali Riuniti, pp. 144-146, 149, 150.

Pubblicato Friday 11 November 2016

Modificato Wednesday 13 December 2017